Cose da sapere prima di aprire una società all'estero

Costituire una società all'estero è perfettamente legale, anche in paesi a fiscalità privilegiata, i così detti paradisi fiscali, purchè si paghino le imposte nel luogo nel quale si produce il reddito.

Nella quasi totalità dei trattari bilaterali (quelli per evitare le doppie imposizioni fiscali) si considere una società residente nel così detto "place of effective management", ovvero nel luogo nel quale la società è effittivamente amministrata (residenza degli amministratori per esempio), oltre poi ad analizzare il luogo nel quale si svolge effettivamente l'attività.

Da quanto premesso è evidente che costituire società in altri stati con lo scopo di risparmiare sulle imposte non è legalmente possibile se poi si opera nel paese di residenza, il turismo fiscale, oltre ad essere sempre più difficile, nella maggioranza dei casi si dimostra poco profiquo.

Aprire una società all'estero può essere utile per due motivi principali:

  • per disporre di uno strumento giuridico con cui operare in caso si voglia effettivamente aprire succursali all'estero, questo comporta un management residente e una organizzazione, seppur minimale, sul posto (un ufficio virtuale gestito dall'Italia non è stabile organizzazione);
  • per utilizzare uno strumento giuridico più confacente con le esigenze dell'imprenditore, ovvero, per utilizzare una metafora, se risiedo in Italia non sono costretto a comprarmi una Fiat, posso comprare una Mercedes (specie se la pago la metà), poi la benzina e l'assicurazione saranno uguali. Allo stesso modo, in ambito UE, posso costituire la società dove meglio mi aggrada e poi operare in un altro stato membro pagando le tasse dove produco il reddito.

Una delle soluzione più utilizzate in ambito UE è la LTD di diritto britannico, molto utilizzata in paesi come l'Olanda e la Germania da imprenditori per operare solo nei loro paesi di residenza, in alternativa alle società locali.

Ecco alcune risposte a quesiti relativamente ad una LTD del Regno Unito:

A cosa può servirmi una LTD?

La società Ltd è uno strumento flessibile ed economico per gestire un’attività, ideale per start up, e-commerce, attività professionali, piccole e medie imprese sino a complesse strutture produttive.  Ideale sia per attività uninominali (in alternativa alla ditta individuale) che per investimenti complessi, holding, strutture internazionali e business che intendono espandersi su nuovi mercati.

Posso operare anche in Italia?

La ltd è una società di diritto europeo, come tale gode della libertà di stabilimento prevista per tutte le persone (fisiche e giuridiche) residenti nella Comunità Europea. La ltd può operare in Italia (anche come unica sede operativa) aprendo una filiale (stabile organizzazione). Tale struttura è una valida alternativa (sia in termini di costi che di vantaggi amministrativi e burocratici) rispetto ad una Srl italiana.

Come faccio a scegliere un consulente per costituire la mia ltd?

In internet esistono svariati siti che offrono la costituzione di ltd nel Regno Unito, oltre ai tradizionali Formation Agents inglesi. Un formation agent è un professionista o una società che si occupa della semplice costituzione di una ltd, offrendo pacchetti precostituiti, in genere non sono strutturati per offrire la consulenza classica di un commercialista per quanto attiene alla gestione reale post costituzione. Molti siti promettono vantaggi ed offrono informazioni generiche, la costituzione di una società, specie in una giurisdizione straniera, implica una seria valutazione preliminare ed una accurata consulenza. Richiedete sempre una  consulenza preliminare per essere informati di tutti gli aspetti burocratici e fiscali, sia in Italia che nel Regno Unito, verificate che i servizi acquistati comprendano tutte le pratiche inerenti sia la costituzione che la gestione della ltd.

E’ legale operare con una LTD se sono residente in Italia e lavoro in Italia?

E’ assolutamente legale, a patto che si paghino le tasse in Italia se l’attività è esercitata in Italia o amministrata dall’Italia.  Altrimenti il rischio è quello di incorrere nel reato di esterovestizione  in Italia, pur non commettendo nessun reato nel Regno Unito. Non a caso qualsiasi serio professionista inglese consiglia, in via preliminare, di rivolgersi ad un commercialista italiano per quanto attiene alle leggi italiane.

Quanto posso risparmiare di tasse con una ltd?

L’imposizione fiscale sulle società nel Regno Unito è assolutamente una delle più favorevoli in ambito comunitario, ma questo è solo uno degli aspetti da tenere in considerazione per valutare la convenienza di utilizzare una ltd inglese come strumento per il proprio business. Intanto, per avere un risparmio fiscale occorre produrre un reddito, quindi, sostanzialmente avere una idea imprenditoriale valida. Se il reddito è, a tutti gli effetti, prodotto nel Regno Unito il vantaggio fiscale è superiore nella grande maggioranza dei casi al 20%, ma utilizzare una ltd operante unicamente in Italia non significa risparmiare sulle tasse (che si pagano in Italia come per qualsiasi Srl),  semmai disporre di uno strumento con costi fissi decisamente inferiori e  con possibilità operative decisamente superiori.

Quanto costa costituire una Ltd?

Circa 24 £ è il costo base per effettuare la registrazione online alla Companies House. Ci sono diversi formation agent nel Regno Unito che offrono il servizio base a partire dal prezzo indicato. Questo è il costo consigliato a chi ha una sede propria nel Regno Unito, conosce bene la normativa inglese, sa compilare i registri societari, sa redigere la contabilità ed è in grado di dialogare da solo col fisco inglese. Per tutti gli altri è caldamente consigliato usufruire di una consulenza specifica, nel Regno Unito le sanzioni sono poche ma costose e, soprattutto, si devono pagare.

I soci e gli amministratori della ltd possono essere anonimi?

Nel Regno Unito è consentito usufruire di un contratto di nominee (ovvero nominare dei procuratori che appaiano nei pubblici registri come soci o amministratori per conto dei reali soci e amministratori). Inoltre è possibile che una società funga (oltre che da socio) da amministratore (a patto che esista almeno una persona fisica nel consiglio di amministrazione). Esistono poi i trust e le fiduciarie per la gestione delle società. In ultima analisi, i soci non possono formalmente essere anonimi, ma i soci (e amministratori) reali possono schermarsi dietro a procuratori. Tale pratica è comune per mettere in atto strumenti evasivi o elusivi aggirando i vincoli della residenza fiscale per ottenere vantaggi in termini di carico fiscale. Nella stragrande maggioranza dei casi tali strutture sono accertabili  ( e sanzionabili) dal fisco italiano, esattamente come non emettere uno scontrino o una fattura in Italia o lavorare in nero.

Come posso avere una consulenza serie per valutare la convenienza o meno ad operare con una ltd?

Semplice, cliccando sul banner sottostante, forniamo una consulenza telefonica preliminare gratuita valutando le esigenze della tua attività e consigliandoti la struttura più idonea.