Adempimento obblighi antiriciclaggio

ANTIRICICLAGGIO - OBBLIGHI PER PROFESSIONISTI

Obbligo di identificazione del cliente

Al fine di adempiere agli obblighi antiriciclaggio imposti dal decreto 141/2006, per tutte le prestazioni rientranti tra quelle previste dalla norma, si fa presente che saremo tenuti ad identificare il cliente e provvedere alla registrazione nell'Archivio Unico Informatico dei dati identificativi e della tipologia di prestazioni svolte.

All'atto dell'accettazione dell'incarico il cliente è tenuto a fornire:

  • nome, cognome, residenza e codice fiscale per professionisti, persone fisiche (ditte individuali) e legali rappresentanti
  • denominazione, sede legale e partita IVA per persone giuridiche.
  • una copia di un documento di identità in corso di validità (passaporto, carta d'identità, patente di guida rilasciata dalla prefettura).

La copia può essere trasmessa tramite posta elettronica (formato jpg, bmp, giff o pdf) o per posta ordinaria.

Per tutti i servizi svolti in ambito internazionale (costituzione di società, servizi di virtual office e consulenza contabile all'estero), occorrerà fornire una copia autenticata del documento (fotocopia autenticata da un pubblico ufficiale), e la copia di un secondo documento (sempre autenticata) comprovante la residenza. Ciò al fine di adeguarsi alle normative (anti money loundering) vigente nel Regno Unito.

Facciamo presente che, al fine di evitare ogni violazione della legge vigente, nessun incarico si intenderà assunto sino all'assolvimento degli obblighi di identificazione descritti. Ci riserviamo altresì di verificare l'effettiva identità del cliente onde evitare di incorrere in fenomeni di "furto di identità", ogni caso verificato di utilizzo di identità fasulle o rubate sarà immediatamente segnalato all'autorità competente.